Blog

Il Blog della Fondazione Laus Plena, dove verranno approfonditi temi non legati specificatamente a progetti o ricerche in corso, ma dove troveranno spazio i pensieri, le esperienze, le passioni ed i consigli dei nostri esperti

12/04/2018 ©Donnamoderna

L´artista opera e crea nel mondo fisico, ma lo fa quale essere spirituale - Christian Anzinger

Quando insegno il violino e l´arte ai miei studenti sono profondamento immerso in me stesso per percepire il linguaggio del loro corpo, della loro anima e del loro spirito. L´artista opera e crea nel mondo fisico, ma lo fa quale essere spirituale. Egli imprime alle forme e alle forze fisiche ciò che il suo spirito ha inventato e generato.

25/02/2018 R. Deluca

La musica sacra kitsch - Raffaele Deluca

Kitsch, musica sacra [mu:-zi-ka sàkra kit∫]. Per musica sacra kitsch si intende un tipo di lingaggio musicale, sopratutto d'uso liturgico, diffusosi nela musica cristiana a partire dalla fine del XIX secolo e in particolare dagli sviluppi della ð musica sacra teatrale ottocentesca. E' un genere in uso nelle chiese cristiane di oggi e talora predominante nella pratica vocale e strumentale, con ampi riscontri nei principali repertori liturgico-musicali del mondo contemporaneo. La musica sacra kitsch si accosta ai generi di musica sacra più antichi o comunque storici, quali la polifonia, il canto gregoriano, la musica per organo. La musica sacra kitsch è oggi il canto favorito dalla maggioranza delle assemblee cristiane.

Se esistesse un dizionario di musica sacra in lingua italiana, probabilmente la voce enciclopedica musica sacra kitsch sarebbe simile a quella sopra descritta, mai pubblicata. Un nome preciso per connotare un fenomeno molto diffuso in Italia, ma ancora privo di una definizione esatta.

23/02/2017

Scopriamo le carte - di P. Armando Pierucci

I cantori del Coro, rinunziando per un certo tempo alle proprie performances, si spargano per la chiesa, uno in ogni panca, al fine di aiutare l'assemblea a scoprire la propria voce. Questa scelta l'ho vista attuata nella cattedrale cattolica di Mosca, dedicata all'Immacolata. Fino a pochi anni prima la cattedrale era servita da magazzino. I Cristiani, dopo la fine del regime sovietico, hanno riottenuto l'edificio sacro e hanno cominciato la ricostruzione a 360°. In campo liturgico,  i cantori russi, pur essendo  fanatici della musica  corale, hanno preso la splendida risoluzione di tornare allo stile delle Catacombe. I Cristiani di altri Paesi occidentali non hanno ancora percepito di essere sotto la persecuzione capitalistica e non hanno nessuna intenzione di liberarsene. Così le loro assemblee liturgiche sono senza voce.

La Fondazione ha bisogno del vostro sostegno per conseguire i propri  scopi e vi ringrazia anticipatamente per la vostra generosità.

Donazioni su conto bancario presso la banca UBS Switzerland AG, intestato a: Fondazione Laus Plena, Lugano.
La Fondazione emette certificati di donazione per l’utilizzo a fini di detrazione fiscale.
Coordinate bancarie:  vedi sotto.