Blog

The Foundation Laus Plena’s blog, where there will be investigated not only the topics specifically related to projects or research in progress, but a place to show the thoughts, the experiences, passions and advice of all our experts

29/01/2019 ©VN

Sogno di un musicista di mezza età - A cura di Armando Pierucci

Per conto mio ho ancora un sogno, anzi una visione del  futuro. Sogno una Messa in cui l'assemblea, tutta l'assemblea, canta; e insieme all'assemblea canta un coro poderoso; un organo dalla molte voci sostiene e dialoga con il canto. A volte a questo mare di suono si uniscono altri strumenti: legni e ottoni, archi e strumenti a percussione, come dicono i Salmi. E immagino il percorso per arrivare a questo traguardo. 

25/02/2018 R. Deluca

La musica sacra kitsch - Raffaele Deluca

Kitsch, musica sacra [mu:-zi-ka sàkra kit∫]. Per musica sacra kitsch si intende un tipo di lingaggio musicale, sopratutto d'uso liturgico, diffusosi nela musica cristiana a partire dalla fine del XIX secolo e in particolare dagli sviluppi della ð musica sacra teatrale ottocentesca. E' un genere in uso nelle chiese cristiane di oggi e talora predominante nella pratica vocale e strumentale, con ampi riscontri nei principali repertori liturgico-musicali del mondo contemporaneo. La musica sacra kitsch si accosta ai generi di musica sacra più antichi o comunque storici, quali la polifonia, il canto gregoriano, la musica per organo. La musica sacra kitsch è oggi il canto favorito dalla maggioranza delle assemblee cristiane.

Se esistesse un dizionario di musica sacra in lingua italiana, probabilmente la voce enciclopedica musica sacra kitsch sarebbe simile a quella sopra descritta, mai pubblicata. Un nome preciso per connotare un fenomeno molto diffuso in Italia, ma ancora privo di una definizione esatta.

23/02/2017

Scopriamo le carte - di P. Armando Pierucci

I cantori del Coro, rinunziando per un certo tempo alle proprie performances, si spargano per la chiesa, uno in ogni panca, al fine di aiutare l'assemblea a scoprire la propria voce. Questa scelta l'ho vista attuata nella cattedrale cattolica di Mosca, dedicata all'Immacolata. Fino a pochi anni prima la cattedrale era servita da magazzino. I Cristiani, dopo la fine del regime sovietico, hanno riottenuto l'edificio sacro e hanno cominciato la ricostruzione a 360°. In campo liturgico,  i cantori russi, pur essendo  fanatici della musica  corale, hanno preso la splendida risoluzione di tornare allo stile delle Catacombe. I Cristiani di altri Paesi occidentali non hanno ancora percepito di essere sotto la persecuzione capitalistica e non hanno nessuna intenzione di liberarsene. Così le loro assemblee liturgiche sono senza voce.

The Foundation needs your support to accomplish its mission and scopes. We thank you in advance for your generosity.

Donations on bank account at  UBS Switzerland AG in the  name of: Fondazione Laus Plena, Lugano.
The Foundation issues certificates of donation for tax deduction purposes.
Bank details. See below.